Nonsolonapoli

NOTIZIE PAZZE

Sito web www.repubblica.it del 31/07/2006

Condividi: facebook
Italiano a Londra "è ricco e non lo sa"Leggi le altre notizie seguici su facebook

L'uomo, 46 anni, se ne andò vent'anni fa dalla Sardegna
Ha ereditato 2,5 milioni di euro, ma nessuno riesce a trovarlo
Cercasi Angelo, italiano a Londra è milionario, ma ancora non lo sa
Le ultime notizie lo danno cameriere nella capitale britannica
L'avvocato ha lanciato un appello sul quotidiano "Metro"


Si concentrano a Londra le ricerche dell'uomo ANGELO Giuseppe Piroddi è milionario ma non lo sa. Anzi, potrebbe non saperlo mai e continuare a vivere la sua vita che forse lo soddisfa pure ma è pur sempre la vita di uno che tanti anni fa se n'è andato in Inghilterra a cercar fortuna e l'ha trovata indossando la giacca bianca da cameriere in un ristorante italiano a Londra. Ebbene, se qualcuno lo conosce, Angelo Giuseppe Piroddi, gli dica - ma prima lo faccia sedere - che ha ereditato 2 milioni e mezzo di euro. Ma glielo dica in fretta, perché se non si fa vivo presto per ritirarla, rischia di perdere tutto.

E' singolare la storia di Angelo Giuseppe Piroddi, 46 anni, partito nel 1985 da Barisardo, in provincia di Nuoro, pare dopo un litigio con la zie materne, con le quali viveva. Ma è anche la storia di sua madre, Anselma Chiai, che non si rassegna alla scomparsa del figlio, e in punto di morte lo nomina erede unico di una fortuna costruita negli anni di vita in Francia, dove la famiglia era andata a cercare lavoro.

Dal 1998 l'avvocato Giancarlo Piroddi (stesso cognome, nessun legame familiare) cerca disperatamente di mettersi in contatto con Angelo, fedele alla parola data alla madre di lui. "Sua madre si ammalò - spiega l'avvocato - e morì qualche anno fa senza mai riuscire a rivedere il figlio. In un tentativo estremo di fare pace con lui, gli ha lasciato la fortuna di famiglia". La vicenda è finita sulle pagine del quotidiano britannico gratuito Metro, molto letto a Londra dalle migliaia di pendolari che affollano la capitale. Titolo: "Se vedete Angelo, ditegli che è ricco".

"E' una questione di vita o di morte - dichiara allarmato l'avvocato Piroddi a Metro - perché secondo i termini del testamento, se Angelo non può essere rintracciato, l'eredità sarebbe destinata alla badante della signora Chiai. Potrebbe essere persino morto, certo, ma credo sia abbastanza improbabile. Se qualcuno ha delle informazioni, si metta in contatto con me".

L'avvocato ha anche creato una casella email, help.angelopiroddi@email.it, sperando che qualcuno possa aiutare la sua ricerca. E non esclude anche un appello attraverso i media nazionali italiani. Ma è soprattutto da Londra che parte la ricerca per scoprire i movimenti più recenti di Angelo che, secondo i dati in possesso del Consolato italiano della capitale britannica, nel 1995 risiedeva a Reading ma lavorava in un imprecisato ristorante italiano, nella zona meridionale di Londra.

Anche a Barisardo, si legge sul quotidiano La Nuova Sardegna, nessuno sembra ricordarsi più di quel ragazzo che visse in via Gramsci per pochi anni, prima di lasciare casa e isola. Angelo infatti è nato a Carpentras, in Francia, e non ha mai passato troppo tempo nella terra d'origine, prima di emigrare in Gran Bretagna.

Condividi: facebook


Leggi le altre notizie

www.NonSoloNapoli.it, Anno 2000 - 2021 - designed in Frattamaggiore (Na)
P.IVA IT 03251541219